27 Ago 2020

La scelta del compattatore giusto per la propria attività deve tener conto dei seguenti fattori:

  1. Ottenere il più alto tasso di compattazione su ogni rifiuto;
  2. Raggiungere la massima compattazione con meno passate;
  3. Versatilità della macchina per affrontare ogni condizione di lavoro;
  4. Sicurezza e stabilità in ogni situazione;
  5. Comfort, sicurezza e massima visibilità per l’operatore in cabina
  6. Alta affidabilità ed efficienza per ridurre fermo macchina e costi di assistenza;
  7. Supervisione telematica per monitorare in continuo le funzioni e la produttività della macchina.

I compattatori TANA sono progettati per gestire e compattare in discarica ogni tipologia di rifiuto, garantendo sempre la massima compattazion.

I tamburi a larghezza totale permettono di compattare i rifiuti in meno passate e con limitato calo di efficienza dovuto al materiale che inevitabilmente sfugge lateralmente dai tamburi.

Grazie ai tamburi a larghezza totale e alla particolare disposizione dei piedi di montone, il compattatore TANA raggiunge la massima efficienza di compattazione anche sugli strati più profondi senza alterare il risultato nelle passate successive.

Il telaio rigido articolato al centro assicura in ogni circostanza una distribuzione uniforme del peso, garantendo la massima trazione su ogni pendenza e ottimizzando la planarità nel dispiegamento e compattazione del rifiuto. 

Inoltre questa soluzione garantisce il massimo comfort, la schiena dell’operatore non subisce il continuo rollio laterale, e la cabina collocata sul semitelaio anteriore assicura una continua e totale visibilità sulla lama di stesa e sull’area di lavoro, anche al massimo angolo di sterzata.

visibilità dalla cabina